Al via i corsi per insegnanti di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile di Francesca Miceli LILITH organizzati dall’associazione Armonia

Molti anni sono passati dal 1994, quando ho fatto partire il mio primo corso di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile. Un modo diverso, e a quei tempi molto innovativo,  di approcciarsi alla più famosa danza del ventre. Un modo armonico di danzare, che per me significava e significa:  essere in contatto con il corpo e lasciarlo vivere, senza imporgli  inutili stereotipi ed orpelli,  che non ho mai sentito miei. Per me è sempre stato importante andare al di là della bella “forma” e trovare l’essenza della danzatrice.  Ho quindi cercato negli anni, che le mie allieve toccassero con mano questa essenza e che la portassero con se’ nella vita di tutti i giorni. Dopo alcuni anni ho dato vita a dei corsi di formazione ma quello che mi accingo a presentare ora si basa sempre più solo sul mio personale metodo di ricerca: non ne esistono quindi di uguali, perché il mio percorso è stato piuttosto vario ed ho avuto modo di lavorare negli anni con molte donne.  Le donne a cui si indirizzano i miei corsi desiderano conoscere il proprio corpo, sono consapevoli delle difficoltà di agire la loro femminilità nel vivere quotidiano, ma con grande coraggio ne accettano vulnerabilità e grazia. La grazia della spiritualità al femminile, di cui ho tracciato percorsi fin dal 1999, alla comparsa del mio nome d’arte:  LILITH.  Erano tempi in cui di Dea si parlava poco e chi ne parlava veniva osteggiata. Posso dire di averlo vissuto e posso anche dire con sicurezza,  che tanta strada rimane ancora da fare, perché la Ricerca della Dea da parte di tutti noi, uomini e donne, possa considerarsi “risolta”. Non vivo di illusioni ma di speranza, che è quella che ho sempre desiderato portare con il mio lavoro, nel mondo.

Questo corso  è una mia piccola perla , perché si sa la perla nasce dalla sofferenza. L’ostrica crea la perla per difendersi da un elemento estraneo, lo avvolge fino a che dell’elemento non rimane traccia : la trasformazione del dolore in lucente bellezza!

 

A questo primo corso -base- faranno seguito altri corsi di perfezionamento a cui andrà poi ad aggiungersi la mia Cromodanza.

 

 

L’ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

PER LO STUDIO E LO SVILUPPO DELLA PERSONA

“ ARMONIA”

PROPONE

 

 

Corso per Insegnanti di danza orientale

come strumento di consapevolezza al femminile- livello base

Prerequisiti:

Aver studiato per almeno 5 anni danza orientale, danza del ventre o danza creativa con particolare riferimento alla danza come libera espressione dell’anima femminile. Avere predisposizione all’insegnamento.


Programma del corso per insegnanti di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile

  • Storia e origini della Danza orientale, della danza del ventre e della danza moderna e contemporanea – correnti della danza terapia e danza movimento terapia, Biodanza e Cromodanza.

2 ore

Francesca Miceli insegna danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile dal 1994, quindi da quando questa danza non era molto conosciuta né tanto meno seguita. Negli anni ha studiato e frequentato innumerevoli corsi sia in Italia che nei vari paesi d’origine delle danze che ha preferito approfondire. Per due ore le allieve avranno modo di seguire un interessante excursus sulla storia della danza dall’antichità ai giorni nostri, con particolare riferimento a quei filoni della danza e soprattutto quelle danzatrici che più hanno influenzato la danza vista come strumento di consapevolezza al femminile.

  • stili principali della danza orientale, con particolare riferimento al Nord Africa e alla Turchia- differenze tra gli stili.

2 ore per visionare video e ascoltare le musiche della Turchia, dell’ Egitto, dell’Algeria, della Tunisia e del Marocco. Una fascinazione che l’Occidente ha subito per oltre un secolo e che risveglia in molte donne ( e uomini) un desiderio profondo di libertà di movimento legato al corpo femminile. Gli stili verranno mostrati e provati per sentirne  la differenza. 

  • postura e tecnica base. Dai piedi, alle braccia, passando per il bacino : tutto fluisce grazie al respiro e al radicamento.

10 ore di lavoro : I corsi di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile presuppongono delle buoni basi tecniche . Le allieve giungono a comprendere fin dal primo momento che il corpo è uno strumento di ascolto della musica e che l’essere radicate, quindi con solide basi, è fondamentale per poter ballare e fare in modo che il movimento fluisca spontaneo, che dal basso l’energia, e quindi il movimento, si propaghi senza grande fatica alla parte superiore del corpo. L’acquisizione di questa consapevolezza avviene attraverso l’utilizzo di una buona respirazione e soprattutto il rilassamento e l’allentamento delle tensioni corporee, che accompagnano le giornate di lavoro.

  • Ascolto della musica: lasciare che il corpo individui il ritmo e lo viva. Dalle radici all’aria.

2 ore : l’insegnante sceglierà alcuni brani per l’ascolto . Ne vivremo il ritmo danzandolo.

  • sequenze coreografiche per principianti

4 ore – Base per la costruzione di coreografie adatte alle principianti – passi base

Il modo migliore per creare delle coreografie semplici, ma nello stesso dinamiche e divertenti , che rendano piacevole poi l’esecuzione e nello stesso tempo permettano di seguire l’evoluzione delle allieve durante il corso

  • laboratorio di anatomia (Leo Zampi – fisioterapista, osteopata- )

4 ore durante le quali conosceremo i nostri piedi e gambe , il tronco e le braccia e infine il bacino, le loro funzioni e le loro possibili disfunzioni.

  • La lezione: il riscaldamento, il respiro, l’ascolto, le sequenze coreografiche , il rilassamento finale

8 ore : la lezione di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile esige un riscaldamento iniziale per permettere alle donne che partecipano di lasciare fuori dallo studio la propria giornata, riscaldarsi e riconnettersi con il gruppo di lavoro. Gli esercizi sono studiati per iniziare a respirare liberamente e radicarsi sentendo i propri piedi e il proprio bacino. Alla tecnica, quindi ad alcune forme , seguono delle sequenze coreografiche che utilizzano i passi precedentemente studiati. Per il finale sono previsti esercizi di rilassamento, meditazioni che rafforzino la nuova immagine di sé, ottenuta dal lavoro corporeo durante la lezione. .

  • il ruolo dell’insegnante di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile- creare armonia

3 ore

Quello che caratterizza l’insegnante di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile è l’armonia: l’armonia del corpo viene trasmessa al gruppo e vice-versa.

  • conduzione gruppi (Gilberto Ferro- psicologo ad indirizzo rogersiano e bioenergetico)

4 ore – L’insegnante di danza orientale guida il gruppo con attenzione perché è il gruppo ad imparare, come un tutt’uno. L’armonia si crea nel gruppo e basta un solo elemento dissonante per creare difficoltà all’intero gruppo. Riconoscere questo è importante.

  • normative fiscali.

1 ora –

le normative fiscali attualmente in vigore in Italia

Il corso ha la durata di 40 ore incluso il week- end per l’esame ( a cui possono partecipare anche persone che hanno già frequentato il corso ma non hanno superato o ancora fatto l’esame). Chi proviene da altre scuole viene ammessa al week end finale previo incontro con l’insegnante Francesca Miceli Lilith.

Calendario:

21 e 22 ottobre 2017  (per un totale di 11 ore di lezione )- 

orario sabato 21 ottobre   14:00- 19:00- La lezione di danza orientale creativa: il rilassamento e il riscaldamento, connessione con il gruppo e nel gruppo- Il respiro, contatto con il corpo che vive le tensioni e consapevolezza del corpo rilassato. (4 ore )  Ascolto della musica :vivere il ritmo danzandolo  (1 ora) docente Francesca Miceli Lilith  

domenica 22 ottobre  10:00-13:00 – 15:00-18:00-

10:00-13:00  I nostri piedi, le gambe e le braccia e infine il bacino: anatomia, funzionalità e tendenze patologiche per ascoltare il corpo con maggiore consapevolezza. (3 ore) docente  Leo Zampi 15:00-18:00 Postura e tecnica base: Piede e bacino, le loro relazioni. (3 ore) Docente Francesca Miceli Lilith 

 

27 e 28 gennaio 2018   (per un totale di 11 ore)

orario sabato 14:00-19:00- : Valutazione dell’indagine posturale presentata nel primo week-end (1 ora) docente Leo Zampi –

Postura e tecnica base: Dai piedi alle braccia passando per il bacino- (3 ore)  Ascolto della musica (1 ora) : docente Francesca Miceli Lilith   

domenica 10:00-12:00-  Storia e origine della danza orientale, della danza del ventre e della danza moderna e contemporanea, correnti della danza terapia e danza movimento terapia, Biodanza e Cromodanza. (2 ore) docente Francesca Miceli Lilith –

domenica 14:00 -18:00-  Conduzione gruppi : il gruppo deve essere guidato con attenzione perché impara come un tutt’uno. Creare sintonia e riconoscere elementi dissonanti per migliorare le capacità di imparare e il benessere di tutti i componenti (4 ore): docente Gilberto Ferro 

10 e 11 marzo 2018 (per un totale di 9 ore)

orario sabato- 14:00-18:00- Stili principali della danza orientale, con particolare riferimento al Nord Africa e alla Turchia- differenze tra gli stili . Visione di video e prove per sentire la differenza tra i vari stili  (2 ore)  Postura e tecnica base  (2 ore) docente Francesca Miceli Lilith 

orario domenica – 14:00 -19:00 – Costruzioni coreografiche per principianti (4 ore) – normative fiscali (1 ora) docente Francesca Miceli Lilith 

12 e 13 maggio 2018 (seminario con esame finale la domenica) 

orario sabato: 13:00-18:00 – Il ruolo dell’insegnante di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile (3 ore ) Postura e tecnica Base: respirare, respirare ed ascoltare il corpo che si muove nella musica. (2 ore) docente: Francesca Miceli Lilith

orario domenica  10:00-13:00- 15:00-17:00- La lezione di danza orientale: risveglio al corpo, riscaldamento, ascolto, tecnica, sequenze coreografiche, rilassamento.(4 ore) 

a seguire esame scritto ed esame orale

Esame finale del corso per Insegnante di Danza Orientale come strumento di consapevolezza al femminile- livello base L’esame verrà affrontato nell’ultimo week end del corso per insegnanti.


Costi del corso ed esame finale

Il costo complessivo del corso Insegnante di danza orientale come strumento di consapevolezza al femminile è di 570 euro.

Per chi partecipa solo all’ultimo week-end e all’esame il costo è di 270 euro.

120 euro vanno versati al momento dell’iscrizione ed includono la tessera associativa annuale ad Armonia

200 euro al primo incontro

250 euro al terzo incontro

(per chi si iscrive solo al week end dell’esame il saldo dovrà essere corrisposto un mese prima della data prevista).

Costi e certificazione c per chi ha già frequentato il corso per insegnanti di danza orientale ma non ha ancora fatto l’esame: 270 euro. E’ COMUNQUE OBBLIGATORIA LA FREQUENZA ALL’ULTIMO WEEK END DI CORSO.

La quota comprende

  • Materiali di studio;

  • Corso negli incontri prestabiliti;

  • Diploma ASI riconosciuto Coni, previo superamento dell’esame finale, 

  • Tesserino tecnico personale di Insegnante Danza orientale , come strumento di consapevolezza al femminile-

  • Quota associativa Armonia per la stagione 2017/2018

Modalità di pagamento: bonifico bancario intestato associazione di promozione sociale Armonia

iban IT75A 0801134270000010025940 PRESSO Cassa Rurale Bassa Vallagarina- Sede di Ala –

Modalità di iscrizione

Inviare propria richiesta con lettera motivazionale, curriculum e elenco corsi già frequentati ad armonia.ala@libero.it

per ulteriori informazioni  www.ilmondodililith.it

Cellulare : 347/8172640